Cosa vedere a Marrakech ?

Marrakech è sicuramente la città più affascinante del Marocco, piena di contrasti  e contraddizioni. La storia e le tradizioni si mescolano con l’attualità. Palazzi rossi  e palme sullo sfondo delle cime innevate dell’Atlas. La confusione allegra ma assordante dei souk e la calma silenziosa ed immobile dei giardini.

Place Djeema El Fna.
E’ il cuore di Marrakech. E’ la piazza del mercato della Medina, ovvero della città vecchia. Qui si svolgeva nel passato e si svolge tutt’ora tutta la vita sociale e culturale della città.  Giorno e notte è  gremita di bancarelle e venditori ambulanti, dove si può acquistare di tutto : dalla spremuta fresca di arance ad una dentiera usata; dalle borse di cuoio alle cianfrusaglie. Inoltre imbonitori di serpenti, addestratori di scimmiette, cantanti e danzatori e gli immancabili venditori di acqua in costume tradizionale. Lungo il perimetro della piazza ci sono caffè, bar e ristoranti per tutti i gusti. da qui si accede al grande souk attraverso vari varchi.

Moschea  Koutoubia
Si trova a pochi passi dalla piazza. Il suo minareto  alto quasi 70 metri, domina la vita della città. E’ una delle più grandi Moschee del Marocco.  Fu costruita dagli Almohadi in stile ispano-moresco. Riccamente ornata,  le sue decorazioni esaltano la purezza delle linee.  E’ il simbolo di Marrakech.

Palazzo El Badi
Sontuoso palazzo fatto costruire dal Sultano Ahmed el-Mansour nel XVI° secolo, per ospitarvi delle feste. Era riccamente decorato con oro e pietre preziose. Fu saccheggiato alla morte del sultano. Oggi si può ammirare la grande corte con giardini. Dalle mura si gode di una magnifica vista sulla città. Nota interessante: il sito è stato scelto da molte coppie di cicogne per nidificare.

Tombe dei Saaditi.
Un tempo era il luogo privilegiato per la sepoltura degli Sceriffi, ovvero i discendenti del Profeta Maometto. Ma vi si trovano anche le tombe dei principi Saaditi. Sono riccamente adornate e conservano ancora oggi l’antica opulenza, che testimonia la maestria artistica degli artigiani dell’epoca.

Palazzo Bahia
Si trova nella mellah, l’antico quartiere ebraico. Si tratta del lussuoso palazzo del gran visir, dove si possono ammirare le elaborate decorazioni di stucco ed i mosaici di piastrelle tipici dell’architettura araba. I soffitti sono in legno intarsiato e dipinto.

Jardin Majorelle
Bellissimo giardino creato dal pittore francese Jacques Maiorelle nel 1919. Fu poi acquistato e ristrutturato all’odierna magnificenza dallo stilista Yves Saint Laurent.  Il giardino ospita piante dai cinque continenti , sapientemente combinate ad elementi architettonici, che creano un oasi di pace e contemplazione. Impera il colore Blu Majorelle insieme al verde intenso e all’ocra. Nell’annessa villa in stile art decò ha sede il Museo di Arti Islamiche che ospita litografie di Majorelle e la collezione di arti decorative di Sait Laurent.

Week End lungo a Marrakech in Giugno da  € 329

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Informazioni, Vacanze Marrakech e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...